Robot, il nuovo quaderno Weconomy

Robot, il nuovo quaderno Weconomy 16 Marzo 2018

“Robot: l’automazione è collaborativa?” è il titolo dell’ultimo Quaderno Making Weconomy che esplora l’universo delle tecnologie automatizzate e autonome e i loro effetti su società e imprese.

Robot, il nuovo quaderno Weconomy

Ogni giorno che passa, viviamo in un mondo sempre più automatizzato. C’è chi si affida a un navigatore per determinare il percorso più breve per l’ufficio, chi si fa pulire la casa da una squadra di aspirapolveri robot e chi chiede al proprio cellulare se in quel dato giorno avrà bisogno di un ombrello.

Questi sono solo alcuni esempi di vita quotidiana, ma gli impatti delle nuove tecnologie sono molto più vasti e profondi sia a livello sociale sia aziendale. È in questo contesto che “Robot: l’automazione è collaborativa?”, il dodicesimo Quaderno di Making Weconomy, attraverso gli interventi di oltre 20 autori ed esperti intervistati, offre alcuni spunti di riflessione a riguardo. I contributi, in forma di articoli e di videointerviste, sottolineano la pluralità di opinioni necessaria per inquadrare gli sfocati confini di un tema tanto attuale quanto controverso. Non solo, nell’ampiezza dello spettro di professioni e background sono inclusi fisici (Massimo Temporelli), giornalisti (Luca De Biase), filologi (Luca Toschi), manager (Gianpaolo Barozzi, Renato Dorrucci e Carlo Napoli), filosofi (Stefan L. Sorgner) e bioingegneri (Alessandro Vato), per citarne alcuni.

Il Quaderno è suddiviso in due macro-sezioni: Società e Impresa.

Nella prima sezione si definiscono quindi alcuni degli effetti dell’automazione estesa e dell’intelligenza artificiale sulla società. Del resto, la società si è sempre trasformata ed è sempre stata influenzata dalle nuove scoperte della scienza e della tecnica. Oggi stiamo assistendo a cambiamenti sempre più veloci e radicali tanto che le relazioni umano-macchina potrebbero essere completamente ridisegnate. Muoversi verso modelli sociali algoritmici, quindi, spingerà l’umanità verso un futuro più prospero e sicuro o più povero e rischioso?

 La sezione dedicata all’impresa si occupa di stabilire alcune delle sfide che dovranno essere affrontate nell’ambito dell’istruzione e nella preparazione dei futuri lavoratori. Chi saranno gli umani (e le tecnologie) che popoleranno le imprese? Che tipo di collaborazioni nasceranno tra di loro? Quali sono le skills che dovranno essere allenate o inventate per non cedere il passo a macchine pensanti più veloci, potenti? L’intelligenza è solo una questione di performance?

 “Robot: l’automazione è collaborativa?” si conclude con una sezione che raccoglie contenuti e spunti della mostra Posthuman, organizzata durante la Milano Design Week 2017, e che è arricchita da prodotti originali quali le 25 domande da porsi se si pensa di sapere tutto sul futuro dei robot. Sapresti per esempio rispondere al seguente quesito: Quale potrebbe essere la Nutella di un robot?

Molte sono le domande in tutto il Quaderno per potersene immaginare ancora di più. Perché le domande più interessanti, anche in questo caso, sono quelle che non ci siamo ancora immaginati.

Il quaderno è disponibile per il download sul sito di Weconomy che, in occasione di questo lancio, è stato completamente riprogettato in ottica di servizio, mettendo ad esempio a disposizione i file audio degli articoli per poterli scaricare e ascoltare in ogni momento.

 

IL QUADERNO IN DOWNLOAD

Clicca qui per scaricare il quaderno "Robot: l'automazione è collaborativa?".

SCROLL TO TOP