NEWS

NEWS

NEWS

NEWS

Il retail del futuro: Logotel va in Cina

Il retail del futuro: Logotel va in Cina 30 Maggio 2018

Cristina Favini a Hangzhou per immaginare e co-disegnare l’evoluzione dei servizi nel retail del futuro in un incontro organizzato da Poli.Design con la Lantao Academy di Pechino

Il retail del futuro: Logotel va in Cina

 

 

Al via un nuovo appuntamento all’interno della collaborazione che Logotel ha avviato con lo Specializing International Executive Master in Design Strategy and System Innovation del Poli.Design - Politecnico di Milano in collaborazione con l’Istituto LanTao Culture Development di Pechino.
La LanTao Academy è un punto di riferimento in Cina per lo sviluppo Culturale del Design, e da sempre promotrice della cultura della progettazione presso le imprese e i maggiori studi di progettazione insieme al loro network internazionale.

Dopo il workshop che si è tenuto in Logotel ad aprile - a cui hanno preso parte 30 designer, architetti e businessman cinesi - e dopo le esperienze degli scorsi anni (iniziate nel 2008) a Pechino, Shanghai, Chengdu e Shenzhen, Logotel torna in Cina, per portare l’approccio del service design applicato al sistema retail.

Nei due giorni di incontri a Hangzhou, Cristina Favini, Strategist e Manager of Design di Logotel, si è confrontata con oltre 60 tra imprenditori, manager e designer, con cui ha condiviso riflessioni e metodologia per sviluppare servizi di nuova generazione.

 

"Le persone nella loro vita ricercano ed esplorano esperienze. Un’esperienza e quindi un servizio possono avvenire ovunque, in qualsiasi spazio e tempo. I Brand devono offrire prospettive, possibilità e sostegno ai loro clienti, proporre un’offerta più ricca non solo quantitativamente più ampia - in termini di prodotti, servizi e contenuti - ma anche verticalmente più complessa. Il rischio oggi qual è? La “finta singolarità”: progettare un servizio standard, uguale a tanti altri, indifferenziato, per scambiare il Cliente come target da presidiare o barattare come merce. Diventa cruciale, quindi per aziende e progettisti sviluppare in futuro servizi che abbiano un reale impatto positivo e di senso per le “singole” persone, che propongano visioni originali e arricchiscano il loro vissuto e quello delle loro di comunità. A Hangzhou è stato interessante confrontarci su come il design è un enzima straordinario, portatore di nuove prospettive, nuovi approcci e sensibilità per gestire una complessità emergente e tradurre i progetti in esperienze reali di cambiamento." 

 

Cristina Favini, Strategist e Manager of Design Logotel

 

"Peraltro il confronto con la Cina è sempre stimolante perché la velocità di esplorazione di nuove opportunità è di misura molto maggiore che in occidente. Il contributo di Logotel, in questo consesso, è speciale: portare la visione e “reason why” per orientare questo processo continuo di ricerca e innovazione."

 

Francesco Zurlo, Direttore del Master

SCROLL TO TOP