VIEWS

VIEWS

PROGETTARE LA FIDUCIA. IL RUOLO DEL DESIGN NEL SUCCESSO DI AIRBNB

PROGETTARE LA FIDUCIA. IL RUOLO DEL DESIGN NEL SUCCESSO DI AIRBNB 03 Maggio 2016

Nello speech di Joe Gebbia, fondatore di Airbnb, scopriamo come una componente emersa durante la progettazione abbia ridefinito completamente l’esperienza, portando all’esito positivo.

PROGETTARE LA FIDUCIA. IL RUOLO DEL DESIGN NEL SUCCESSO DI AIRBNB

 Logotel_TED_progettare_fiducia

Quanto il design può influenzare la buona riuscita di un business?

A sentire Joe Gebbia, co-fondatore di Airbnb, moltissimo. Anzi, il design avrebbe giocato un ruolo di primaria importanza nel far decollare il noto sito web di annunci di affitti.

Forse ingenuamente, a volte si cade nella tentazione di credere che siano bastati un posto letto libero, un viaggiatore senza un tetto sotto il quale dormire e una grande idea, per creare un impero da 25 milioni di dollari. Ma, naturalmente, così non è.
Seppur la genialità, il tempismo e una buona dose di fortuna siano ingredienti basilari, Joe Gebbia, ripercorrendo gli albori della sua Impresa, ci spiega come essi non siano sufficienti, ricordando i primi fallimenti che ha dovuto affrontare prima di riuscire a trovare degli investitori interessati.

L’idea proposta inizialmente, infatti, si basava unicamente sul fatto che le persone dovessero pubblicare sulla piattaforma le foto dei loro luoghi più intimi (camere da letto, bagni…) per poi invitare a dormire in casa propria completi sconosciuti. Ma nessuno avrebbe investito in un servizio che avrebbe concesso a degli sconosciuti di essere ospitati in casa di privati. Perché?
Il problema alla base era la paura che si genera nell’associazione del pericolo a persone che non conosciamo. Ci hanno da sempre insegnato a essere cauti e prudenti e non fidarsi degli sconosciuti, perché dunque fare affidamento su degli estranei?

Era necessario dunque creare fiducia.
È possibile disegnare la fiducia, costruirla, progettarla?
La scoperta è stata che modificando un piccolo dettaglio nel design, nella progettazione dell’intera esperienza, il risultato cambiava completamente e la sfida per creare la fiducia risultava vinta. Come hanno fatto Joe Gebbia e i suoi soci a riuscire nell’impresa? Attraverso la progettazione, costruendo un sistema di reputazione ben definito, poiché mediante le recensioni -sia degli host che degli ospiti- si innesca un processo che porta all’ottenimento della chiave per la fiducia.
Non solo. Uno studio di Stanford ha dimostrato che il sistema di reputazione è in grado di battere anche un filtro sociale naturale potentissimo, quello della similarità, per il quale un individuo è maggiormente attratto a porre la fiducia in qualcuno di più uguale a se stesso, piuttosto che in una persona totalmente differente. Chi si somiglia, si piglia, insomma. Ma non sempre: quando di mezzo ci sono le recensioni, sorprendentemente il sistema di reputazione batte quello della somiglianza.

Un design ben ideato, una progettazione attenta e lungimirante, ha aiutato a superare uno dei filtri sociali naturali più potenti e radicati nell’essere umano, permettendo il successo del progetto e lo sviluppo di un business mondiale in continua crescita.
Ma forse, a ben pensarci, il design ha fatto anche qualcosa in più. Ha messo in luce come moltissime persone non vedessero l’ora di lasciarsi alle spalle il paradigma “sconosciuto = pericolo” aprendo una nuova finestra sulle relazioni e favorendo in un qualche modo la connessione e la collaborazione, per abbandonare l’isolamento.
Quali altre scoperte ci aspettano nel mondo del progetto?

Per guardare lo speech completo di Joe Gebbia, cliccate qui.

SCROLL TO TOP