Persone, progetti e organizzazione: la mappa delle urgenze

Persone, progetti e organizzazione: la mappa delle urgenze 08 Giugno 2016

Al secondo appuntamento di Service Design Generation a Roma, i partecipanti hanno mappato i “temi caldi” del Service Design.

Persone, progetti e organizzazione: la mappa delle urgenze

Logotel ha incontrato manager e imprenditori durante la seconda tappa di Service Design Generation, l’evento organizzato per approfondire le tematiche relative al Service Design, svoltosi mercoledì 25 maggio presso l'Associazione Civita di Roma.

Il mondo dei servizi, intesi come risposte efficaci alla vita delle persone, è in continua mutazione, come lo sono le persone stesse, i loro bisogni, i contesti in cui si inseriscono e agiscono. Per questo il Service Design diventa necessario, specialmente nella misura in cui nuove generazioni si affacciano sulla scena.

Le direttive seguite da Logotel per affrontare il percorso di SERVICE DESIGN GENERATION sono state:

- Organizzazione che impara
- Scambio di valore
- Persone e non users
- Concretezza del servizio
- Ripensare il linguaggio
- Progettare il progetto

I partecipanti sono stati chiamati a esprimere la loro opinione circa questa nuova generazione di servizi: durante l'evento, è stata consegnata loro una mappa su cui erano indicate le sei tematiche portanti di Service Design Generation.
Con tre sticker a disposizione, ogni persona ha indicato le proprie preferenze in base ai propri interessi, professionali e personali, partendo dagli argomenti proposti.
Il fine: comprendere quali siano gli snodi principali su cui puntare per rendere unici e distintivi i servizi per le aziende e per i Clienti finali, con uno sguardo sempre rivolto al futuro.

Ecco l'infografica nata dalle “preferenze” che ha ricevuto ciascun pilastro:

 Service Design Generation

 

Organizzazione che impara, Progettare il progetto e Persone e non users sono emersi come i temi più importanti e urgenti.

Di che cosa si tratta? Analizziamoli più in dettaglio.

ORGANIZZAZIONE CHE IMPARA

I servizi sono fatti da persone per altre persone.
Cooperare in modo funzionale, efficace e in un’ottica di crescita è fondamentale per la buona riuscita di un progetto.
Come nel cervello non esiste un centro, ma ogni zona funziona trasversalmente informando e influenzando le altre, allo stesso modo in un’organizzazione -formata da persone- ciò che serve viene scambiato e contemporaneamente valutato, riformulato e rimesso in circolo assieme alla trasformazione che porta. Un’organizzazione capace di sviluppare organi di senso per ciò che accade, vale meno di quella che non trattiene i significati ed il valore e non li reimmette originalmente in circolo. Cioè di un’organizzazione che apprende.

PERSONE E NON USERS

Quando parliamo di Service Design, non dobbiamo pensare a utenti ma a persone.
La persona è l'unico punto di realtà: un servizio funziona ed esiste se le persone lo usano e scelgono di tornare a usarlo, se produce un’esperienza positiva.
Progettare, sviluppare gestire un servizio richiede di diventare “esperti” di persone dei loro Bi-sogni (Need), dei loro comportamenti, delle loro emozioni.
Progettare un’esperienza di valore nei servizi richiede di essere “esperti di persone”.

PROGETTARE IL PROGETTO

Come generare e gestire un progetto di servizio? Come gestire la complessità senza appiattirla?
Idee, approccio, metodologie e strumenti per generare, devono essere pensate per gestire in modo ottimale i progetti di servizi. Perché se le persone sono al centro, il metodo di progettazione cambia.
La collaborazione diventa genetica, detta il ritmo, perché è l’unica risorsa capace di gestire la complessità e di generare un buon esito.

A breve pubblicheremo le interviste ai partecipanti al secondo appuntamento di SERVICE DESIGN GENERATION, per condividere pensieri e riflessioni raccolte durante la giornata di evento.
Nel frattempo potete trovare i contenuti condivisi sui social Logotel di Twitter e Facebook con l’hashtag di riferimento #sdgeneration

 

SCROLL TO TOP